Yugioh Oneshots

266 8 1 Writer: Waffleflaffle di Waffleflaffle
di Waffleflaffle Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Il storia seguente contains sessuale temi d'assalto e oscuri. Unisexish



Le mie capacità di duello sono alla pari per il torneo in cui mi sono iscritto. Ho partecipato a molte partite e ne ho vinto la giusta quota, ma devo ancora incontrare il Re dei Giochi, Yugi Muto. Ho bisogno di un po 'di allenamento extra, considerando il suo Campione del mondo di mostri duello. La sua frase di cattura, per così dire, ha qualcosa a che fare con il cuore delle carte. Sembra funzionare davvero bene per lui. O il cuore delle carte è così forte con lui che si piegano alla sua volontà, o è il più fortunato giocatore di carte dell'universo. Tutto il buon karma.

Non conosco personalmente il cosiddetto King of Games, ma conosco alcune persone che lo fanno. Uno di questi è Marik. Marik infatti è andato contro di lui in un torneo e ha quasi vinto. Non sono completamente chiaro su tutti i dettagli, ma Marik conosce queste strategie di ragazzi e si è offerto di darmi alcuni suggerimenti per il torneo.



Marik e io abbiamo una relazione interessante. Sembra avere una doppia personalità. Alcuni giorni sono affascinanti e altri sono fisici e uno strumento completo per me. Sorprendentemente lo trovo un po 'acceso. Non sono sicuro che sia una cosa che faccio che lo fa partire o se ha più giorni brutti che buoni. Cerco di non pensarci troppo. Sebbene fossero buoni amici, non ho intenzione di stare da solo con lui. Diventa un po 'più tozzo quando erano soli, quindi ho invitato il mio buon amico Ryou a venire con me. Ryou è incredibilmente timido ma mi sosterrà se la doppia personalità di Mariks diventa violenta.

lucifer x lector smut

Sono solo dieci minuti prima che decidessimo di incontrarci a casa di Mariks. Ryou mi fa delle scuse dicendo che è dispiaciuto di non essere riuscito a cavalcare con me, ma che mi avrebbe incontrato lì in pochi. Normalmente aspetterei che arrivi a bussare ma oggi non sono di umore paziente. Busso due volte e in un paio di secondi la porta si apre. I capelli di Mariks si alzano e sporgono in tutte le direzioni oggi. Non ho mai visto una tale gravità sfidare i capelli. C'è un luccichio oscuro nei suoi occhi che mi fa dimenare sotto il suo esame. I suoi occhi attirano il mio corpo verso le mie gambe nude e si lecca le labbra. Mi dispiace indossare pantaloncini così corti.


La mia voce viene fuori tremante. 'Ehi, posso entrare?'

Mi faccio scorrere nervosamente le dita tra i capelli mentre annuisce e si fa da parte, facendo spazio per me. La porta si chiude alle mie spalle con un forte sbattimento e mi passa accanto verso il divano. Indossa abiti scuri e un lungo mantello viola, diverso dal suo solito top viola chiaro. Lo trovo un po 'strano ma a ciascuno il loro. Un mantello è bello. Mi siedo sulla sedia di fronte al divano. Un tavolino marrone scuro ci separa e sarà perfetto per posare le mie carte.

Ryou dovrebbe essere qui presto. Scavo nello zaino ed estraggo il mazzo dei mostri da duello. 'Nel frattempo possiamo iniziare.'



Quei pantaloncini sembrano stretti. '

hechizos de ala que realmente funcionan rápido

Sto posando le carte sul tavolo e ignoro il suo commento. 'Sto pensando di fare affidamento sugli effetti dei mostri piuttosto che sulle trappole.'

Non avrei mai pensato di presentarti alla mia porta. È quasi troppo facile. ' Lui ride.

I miei occhi si alzano ed esamino la sua espressione oscura. Marik sembra abbastanza rilassato, seduto con le braccia distese sul divano. Non sembra che voglia farmi del male, ma i suoi occhi dicono diversamente. I brividi mi scendono lungo la schiena e la pelle d'oca si diffonde attraverso le mie gambe nude. Stringo forte le cosce e tossisco per costringermi a parlare.

Io ... non proverei nulla se fossi in te. Ryou ...

hechizos de vampiros que funcionan

Mi interrompe. 'Piccolo creampuff cosa? Fermami?' Si siede e mi appoggio alla sedia come risposta. 'Non è probabile.'

Ingoio il nodo in gola e mi metto una faccia coraggiosa. 'È un giorno libero per te, Marik?'

Scoppia in una risata forte che mi fa sussultare. Salto sul posto e stringo lo zaino tra le mani sul petto. Marik mi lancia verso il tavolino, le sue mani sbattono contro le braccia della sedia e io mi restringo. Il mio zaino cade a terra.

Storie promosse

Ti piacerà anche