Walanonehdhdjsugacaansl Or

STAI LEGGENDO


Walanonehdhdjsugacaansl Or

Storia breve

LE STORIE NON APPENDONO A ME.

#esame

Seduto sulle ginocchia di mio figlio

758 2 0 Writer: DaKittyPopper12 di DaKittyPopper12
di DaKittyPopper12 Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Un giro di cinque ore per il collage.

Era agosto. Abbiamo trascorso la mattinata a preparare la macchina. Nostro figlio Mike partiva per il college. Era mattina, ma fuori c'erano già 90 gradi. Mike e mio marito e stavamo diventando abbastanza sudati caricando la macchina. Il bagagliaio era già pieno e il sedile posteriore non si adattava molto di più. Mike tornò in casa per prendere le ultime cose.


linksadss

L'ho sentito uscire di casa. Mi voltai e lo vidi portare la sua TV a schermo piatto da 42 pollici.

Dove hai intenzione di mettere la TV? Ho sentito suo padre chiedere.

Non lo so, ma non voglio lasciarlo. Forse possiamo spostare alcune cose sul sedile posteriore. '

Ho guardato sul sedile posteriore. 'Non credo, figliolo.' Mike guardò in macchina. 'Possiamo metterlo al centro del sedile anteriore.'

Ok, amico del college 'dissi. 'Allora dove siederà tua madre?'

Potevo vedere sulla sua faccia che stava cercando di trovare una soluzione. 'Ho avuto un'idea', ha detto.

Aprì la portiera del passeggero. Mise la TV al centro. Quindi entrò e si sedette. 'Vedi un sacco di spazio. Qui mamma si siede accanto a me. Ho provato a sedermi accanto a mio figlio. Potrei sedermi sul sedile, ma la porta non si chiudeva.

Ora, non sono una donna grande. Sono alto circa un metro e mezzo e peso solo cento libbre. Era mio figlio che occupava tutta la stanza.

Era già alto più di un metro e ottanta e pesava circa duecento libbre. 'Non sono io che occupo tutta la stanza, sei tu. Questo non funzionerà. Ti dico cosa, lascia la TV e quando verremo a trovarti, portalo con noi. '

Niente da fare », rispose mentre scendevo dall'auto e mi fermavo vicino alla porta.

Decidi, Mike, fa caldo qui fuori.

Mike mi ha guardato. 'Ok, puoi sedermi sulle mie ginocchia.'

fan fic sucio

Mike, è a cinque ore di auto dal tuo college, 'disse suo padre.

Lo so, ma la mamma non pesa molto. Che ne dici, mamma. Ti dispiacerebbe sedermi sulle mie ginocchia?

Ok, mi siedo sulle tue ginocchia. Ma se diventa troppo scomodo, voglio fermarmi a una sosta. ' Ho detto guardando Steve mio marito. Lui ha acconsetito. 'Ok, facciamo le nostre docce così possiamo metterci in viaggio.'

La mia doccia non ha impiegato molto tempo. Dato che sarei rimasto seduto sulle ginocchia dei miei figli per cinque ore, volevo indossare qualcosa di veramente comodo.

I miei jeans sarebbero troppo stretti. Inoltre faceva troppo caldo per indossarli. Ho guardato nel mio armadio. Mentre stavo andando attraverso i miei vestiti ho trovato un abito estivo che ho portato. Era il tipo corto con le braccia senza maniche. Abbottonato nella parte anteriore.

L'ho sbottonato e l'ho messo. Quando ho finito di abbottonarlo, ho notato che mostrava molto il mio reggiseno. L'ho tolto di nuovo. Mi tolsi il reggiseno e rimisi il vestito.

Mi sono guardato allo specchio. Non avevo davvero bisogno di un reggiseno. Anche a trentasette anni le mie tette erano ancora vivaci. L'abito era corto. Mi è venuto solo in mezzo alle cosce.

Sono scivolato su una pera di mutandine bianche. Ho dato un'ultima occhiata allo specchio. Ho pensato. 'Per una madre di un figlio di diciotto anni, stavo ancora bene. So che a mio marito piace ancora quello che sembro. Cerca di scoparmi almeno cinque volte a settimana. ' Ho sentito il clacson della macchina.

Corsi di sotto, chiusi e chiusi a chiave la porta d'ingresso e mi diressi verso la macchina. Mio figlio era già seduto. Mi sedetti sulle sue ginocchia e misi le gambe in macchina.

Abbassai lo sguardo e notai che il mio vestito mi copriva a malapena le cosce. È salito piuttosto in alto. Mio figlio indossava pantaloncini larghi e una maglietta. Ho chiuso la portiera della macchina.

Storie promosse

Ti piacerà anche