Vivere nei confini

2.6K 0 0 Writer: maielise di maielise
di maielise Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

La terra di confine è trascritta e tradotta attraverso controversie e iniziative, attraverso pugni e baci, pistole e cibo, è dove ti senti straniero e allo stesso tempo a casa.


Gloria Anzaldua scrive:

kiss land descarga completa del álbum

L'attuale confine fisico che sto affrontando in questo libro è il confine sud-ovest / messicano tra Texas e Stati Uniti. I confini psicologici, i confini sessuali e quelli spirituali non sono particolari per il sud-ovest. In effetti, le Borderlands sono fisicamente presenti ovunque due o più culture si contrappongano, dove persone di razze diverse occupano lo stesso territorio, dove si toccano le classi inferiore, media e alta, dove lo spazio tra due individui si restringe con intimità '1999, prefazione.



Cosa significa vivere nelle Borderlands? Come funziona questa doppia identità quando ci si sposta tra lingue, culture e luoghi? Gloria Anzaldua scrive dei confini come semplicemente una linea su una mappa o una recinzione che divide due persone. I confini esistono in tutti noi, gli incroci dei confini fisici ed emotivi ci cambiano, modellano chi siamo e ci guidano nella direzione in cui stiamo andando. Quando legge il suo lavoro, sembra universale. Non importa da quale parte di un confine tu viva, tu fai parte di quella società. Proprio come me e facevo parte del confine norvegese-russo, ma ho vissuto anche al confine norvegese-finlandese e al confine norvegese-svedese. Quando vivi da diversi confini, è difficile non notare le differenze. Sono aperti due bordi, a meno che tu non abbia qualcosa che deve passare attraverso la dogana, ma quello più vicino devi mostrare il tuo passaporto e documenti che dimostrano che ti è permesso passare. Attraversare un confine in cui le persone stanno in piedi con le pistole su un lato e dove vedi solo le persone dietro la scrivania dall'altro lato è strano. In retrospettiva so che c'erano soldati su entrambi i lati che guardavano, ma poi non abbiamo pensato ai soldati norvegesi al confine. Ricordo di aver guidato verso Murmansk e un soldato russo ha fatto l'autostop con noi, perché era una lunga strada da percorrere per raggiungere la città successiva. Avevamo appena visto i soldati in piedi con i loro fucili e un aspetto serio, quindi eravamo entrambi un po 'spaventati e un po' eccitati al riguardo, ma non aveva un fucile in macchina, ma ha reso meno spaventoso il prossimo passaggio del confine . Ricordo di aver girovagato per i parchi giochi a Belomorsk n. Nel gruppo norvegese abbiamo parlato solo poche parole in russo ed eravamo abbastanza bravi in ​​inglese, ei russi potevano parlare un po 'di inglese, ma alla fine è stato un mix di tutte e tre le lingue e un sacco di linguaggio del corpo. Ci siamo scambiati molte parolacce. Questo è il lato positivo. Abbiamo anche visto come vivevano molti di quei bambini. Non eravamo bambini ricchi, ma c'era una chiara differenza negli standard di vita oltre confine. Non sapevo cosa aspettarmi, ma sono rimasto scioccato la prima volta che sono andato a Murmansk. Avevi una fila di case, negozi e hotel; da un lato era bello, nuovo e pulito, dall'altro era sporco, distrutto e vecchio.

Gloria Anzaldua descrive una terra di confine in cui i cittadini abitano diverse etnie, ma non sono accettati da nessuno dei due. Il confine sembra essere un luogo duro e ostile, ma le sue poesie e scritti riguardano anche la speranza e una richiesta di cambiamento.


linksadss
sims 4 construir en cualquier lote

Il poema, Vivere ai confini significa te Anzaldua, fa parte di un libro intitolato Borderlands-La Frontrera, La nuova Mestiza, che è il libro da cui proviene la prima citazione. La poesia riassume ciò di cui tratta il libro, vale a dire come sopravvivere ai confini. Per sopravvivere Anzaldua vuole che le persone combattano lo status quo e combattano gli impulsi che possono derivare dalla disperazione: 'vivendo nelle Terre di Confine, combatti duramente per resistere all'elisir d'oro che richiama dalla bottiglia, l'attrazione della canna della pistola, la rottura della corda la tua cavità della tua gola 'Anzaldua 216-217,' Per sopravvivere alle Terre di Confine devi vivere peccati senza frontiere essere un crocevia. Non devi arrenderti alla disperazione; devi combattere, adattare e accettare la tua doppia identità.

Il libro Tutto inizia e finisce al Kentucky Club Saenz parla anche di persone che vivono al confine messicano-americano: Juarez ed El Paso. Consiste in diverse narrazioni costruite attorno al confine, sia come metafora che come luogo fisico. Nella prima storia È andato a stare con le donne, ci sono diverse rappresentazioni del confine. Carlos e Javier stanno parlando del confine come uno spazio fisico che li divide:

La storia continua di seguito

Storie promosse

Ti piacerà anche