Supernatural Reader Smut

7.6K 67 25 Writer: FabFictioner di FabFictioner
di FabFictioner Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Attenzione: questa storia contiene contenuti che potrebbero non esserlo essere adatto a lettori di età inferiore ai 13 anni. Se sei sensibile alle rappresentazioni grafiche di stupro, parolacce, contenuto sessuale e violenza io raccomandare non continuando a leggere. Grazie


Mentre camminavi lungo la strada, hai guardato indietro a tutti i tuoi incontri quel giorno. Hai pensato alla lotta che hai avuto con Sam sul demone Dean. Ti sei ricordato di Castiel che non sapeva come confortarti dopo il combattimento mentre singhiozzava sul pavimento del bunker e ti guardavi di nuovo fuori dalla stanza e attraverso le porte del bunker che ti portava verso il cielo scuro dipinto e gli alberi profumati di pino che ti porta qui. Svegliarsi fuori nel buio. Solo. Senza Sam. Senza Castiel. Anche senza il demone Dean che sembrava perseguitarti ovunque tu sia andato.

All'improvviso sentii un tuono che veniva dal cielo. Sembrava che gli angeli stessero urlando, sgridandoti per non essere riuscito a salvare Dean. E con ciò è arrivata una goccia. Giù dal cielo, attraverso le nuvole, tra gli alberi e sul naso. Ti sei messo il dito sul naso e ti sei asciugato dalla pioggia, ma è stato inutile perché poco dopo è seguita più pioggia. Milioni di altre gocce di pioggia caddero sulla terra, immergendoti all'arrivo. Hai fatto scivolare rapidamente la felpa e sei tornato al bunker, sperando di tornare prima di essere completamente inzuppato. Mentre correvi sentivi le gocce di pioggia colpire il tuo viso come proiettili. Il vento ti è stato sparato in faccia e ti ha incasinato i capelli, facendolo volare dappertutto, in bocca e davanti ai tuoi occhi, bloccandoti la vista. Alla fine sei tornato al bunker dopo aver inciampato su alcune rocce e quasi essere stato colpito in faccia da un ramo di un albero.



hechizos voladores que realmente funcionan

Quando sei entrato nel bunker ti aspettavi che Castiel o forse Sam fosse lì, ma l'unica cosa che c'era era il silenzio.

Ciao?! Chiunque?' Hai chiamato nel bunker vuoto. Supponendo che nessuno fosse lì, hai deciso di fare la doccia anche se praticamente ne hai già fatto uno e vai a letto.


oracion a pomba gira maria padilha completa

Ti sei imbattuto in bagno, dolorante per la corsa, e ti sei guardato allo specchio. I tuoi capelli erano bagnati e disordinati. Stava puntando in ogni direzione. Hai provato a domarlo con un pennello seduto sul bancone del bagno, ma tutto ciò che ha fatto è stato aggrapparti ai tuoi grovigli. Rinunciando ai tuoi capelli hai ispezionato il tuo viso. Il tuo mascara ti scorreva in faccia e non sapevi se provenisse dal pianto o dalla pioggia. Proprio sotto l'occhio destro c'era un graffio, probabilmente da uno dei rami che dovevi attraversare sulla strada per il bunker. Anche se era piccolo faceva male come una cagna. In quel momento desideravi che Castiel fosse lì con i suoi poteri curativi. All'improvviso ti sei sentito solo. Sam al momento ti odiava, Cas era chi sa dove e Dean ... non era più Dean.

All'improvviso sentii uno scricchiolio nel corridoio che ti fece trattenere il respiro nel tentativo di vedere se potevi sentire qualcos'altro. Eri abituato a sentire strani rumori. Voglio dire a volte non ti hanno nemmeno spaventato perché sai che Sam, Dean e Cas ti avrebbero protetto, ma ovviamente non era così adesso. Eri solo ... o almeno così pensavi. Hai iniziato a spogliarti finché non eri completamente nudo. Poi sei saltato nella doccia godendoti l'acqua calda mentre ti scorreva lungo la schiena.


las rosas sucias son rojas

Quando hai finito di sciacquarti i capelli, esci con cura dalla doccia e vai a prendere l'asciugamano. Quando hai allungato la mano per prenderlo, hai capito subito che l'area occupata dall'asciugamano era vuota. Eri confuso perché avevi giurato di aver lasciato un asciugamano in bagno e hai deciso di indossare i tuoi panni sporchi, ma anche quelli erano spariti. Ora, iniziando a prendere un po 'di panico, hai pensato a cosa avresti fatto. 'Non credo che qualcuno sia nel bunker. Se corro nella mia stanza, posso cambiare.


Senza guardarti indietro hai aperto la porta del bagno e sei scattato verso la tua camera da letto quasi scivolando sull'acqua che stavi seguendo attraverso il bunker. Anche se sapevi che nessuno era a casa c'erano telecamere installate ... ovunque e non volevi rischiare di lasciare una sorpresa a Sam quando faceva il suo controllo annuale di sicurezza. Finalmente hai raggiunto la tua stanza, il tuo cuore batteva forte. Dopo aver avuto il tempo di radunarti, ti sei girato per chiudere e chiudere a chiave la porta. Quando ti sei voltato, c'era una figura misteriosa seduta sul tuo letto. Spaventato, hai urlato e subito coperto il tuo corpo esposto. Quando la figura parlò all'improvviso, sapevi chi era 'Aww ... cosa stai facendo rovinando lo spettacolo.' Ha detto. Senza preavviso si alzò e iniziò a camminare verso di te, ma si fermò a circa 5 piedi prima di scansionare il tuo corpo. 'Decano?!' Hai urlato, 'Che cosa sto facendo sono nudo!' Hai ringhiato. 'Cosa c'è che non va?' Disse con un sorrisetto malizioso.

Storie promosse

Ti piacerà anche