STORIE DI SESSO SUPEREROI

STAI LEGGENDO


STORIE DI SESSO SUPEREROI

fanfiction

Un messaggio per fan a Captain America porta a A New Beginning.

UNO SCATTO: Steve e io ci avviciniamo

642 3 0 Writer: ereid1990 di ereid1990
di ereid1990 Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Steve Rogers, Capitan America, lui stesso e io decidiamo di fare di nuovo sesso.



Una volta eravamo nella sua camera da letto. Ho tirato via i pantaloni di Steves e ho trovato un rigonfiamento pulsante davanti alla sua biancheria intima. Il solo pensiero scoperto la fece formicolare per l'anticipazione. Ho guardato Steve e ho capito che lo sentivo di più.

Improvvisamente, Steve lo afferrò e mi attirò a sé. Non mi negherebbe il piacere di spogliarlo, ma poi non era come se fosse riuscito a togliermi i vestiti. Non pensava che fosse quello che nessuno di loro aveva previsto nel loro futuro, ma se avesse avuto qualcosa da dire al riguardo, il futuro stava cambiando.


Mi baciò, non come aveva fatto prima, la scarica di adrenalina, l'improvviso bisogno ardente, la sfumatura d'addio che sarebbe poi sbocciata e sarebbe diventata tutto ciò che ricordava. Ora era la sua presenza, Steve che annunciava che era qui per restare, che era per sempre, che erano eterni. Mi sono sciolto in esso, baciandolo indietro. Ho adorato Steve.

historias de adultos de verdad o desafío

Tirai le sue mutande mentre continuava a baciarmi, ignaro del mio aiuto nel scrollare di dosso i suoi vestiti. Inspirò e vide la sua testa di cazzo che si scagliava contro il mio corpo non appena fu libera, impedendomi solo di sporgersi dritto e vero perché ero in mezzo.


Oh mio ', ho respirato. 'È molto da accettare.'

'Ah!' Steve abbaiò. '


Dissi, spingendo Steve sul letto principalmente perché voleva andarci. Mi ha dato dentro senza pensarci ed è stato così dannatamente rinfrescante. Steve mi baciava il fianco, il culo e la coscia mentre ero schiacciata contro Steve. Quindi baciò Steve, il suo muschio, i suoi peli muscolosi, il muscolo increspato che lo copriva come una seconda armatura.

desordenado mya muerto

Si inginocchiò, tra le sue gambe. 'Bene, a turno.'

Vado prima io. ' Gliel'ho detto. La sua mano mi premette sulle mie ginocchia e presto avrei abbracciato le gambe intrecciate del mio uomo. Inginocchiandosi tra le sue gambe pelose, gemetti a lui, 'Dimmi come ci si sente', e presi il suo cazzo in mano. Quando lo strinse, non c'era quasi nessun regalo.

Mentre Steve guardava con vivo interesse, ho bevuto la quantità di cazzo che avevo tra le labbra mentre usavo un pollice cerchiato e l'indice per strattonare alla base del suo cazzo.


La testa di Steves ricadde all'indietro, gli occhi chiusi, i pugni che afferravano grandi manciate del copriletto. Ridacchiai da ragazza, vedendo il potente Capitan America abbattuto da un piccolo scivolone di una bella donna.

Meno male che dormi da più di 70 anni, perché potrei risucchiarti di nuovo la vita da capo, 'gli dissi, dandogli una pacca sul petto solido e muscoloso, solidale. Steve gemette e rabbrividì. La sua presa sui fogli non ha fatto molto per tenerlo in posizione verticale. Mentre divoravo altri pochi centimetri del suo uccello, si inclinò di nuovo verso il materasso, non importa quanto si sforzasse di stare in piedi. Riuscii a malapena a trattenermi con la vista prima che lui lo sforzasse e si flettesse mentre lo tormentavo.

Mentre la sua testa ondeggiava ancora più veloce sul cazzo di Steves. Qualcosa di perversamente meraviglioso sull'avere Steves in bocca, oltre.

oracion de cuentos cortos

Steve gemette, le dita dei piedi arricciate, le mani con i pugni che ora strappavano il materasso da sotto il letto. 'È COSÌ BUONO.' Mi disse mentre i suoi fianchi si alzavano, il suo cazzo spesso e completamente dichiarato nella mia gola. Ho canticchiato con la convalida delle sue parole per me.

Ho succhiato e leccato Steve così intensamente. L'unica parte del suo cazzo che fuggì fu quella coperta dalla mia mano tremante. Quindi tornare indietro per spremere delicatamente le palle di Steves. Tirai furiosamente il cazzo di Steves, sapendo che stavo piacendo a Steve proprio come mi faceva piacere. Con le mie capacità di farlo esplodere, sarebbe venuto presto, e se stava per venire, volevo essere io a prenderlo. Le mie guance risucchiarono, la sua lingua strofinata contro il suo fusto.

Storie promosse

Ti piacerà anche