Gemelli gay sprouse

STAI LEGGENDO



Gemelli gay sprouse

fanfiction

Una storia fanfic adulta sui gemelli Sprouse. Contiene materiale esplicito.

#guyxguy



Sprouse Twins Fanfic Parte 1

40,9 K 165 858 Writer: stories1208 di stories1208
di stories1208 Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

A Dylan era sempre piaciuta la doccia. Era perché il calore gli ricordava l'abbraccio di Coles, perché il vapore sul suo viso sembrava il respiro dei suoi fratelli, o perché quando guardava il suo stesso corpo, sapeva che era identico a Coles? Chi lo sapeva. Ma una cosa era certa, Dylan era il più vicino alle sue fantasie quando era sotto la doccia.

L'acqua che scorreva sulla sua bocca erano le labbra sensuali di Coles, l'acqua che scorreva sul suo corpo, le mani morbide di Coles e l'acqua tra le sue gambe, ciò che Dylan aveva sognato per anni.



I suoi sentimenti per Cole erano iniziati quando aveva 12 anni. Allora aveva solo voluto baciarlo, avvolgergli le braccia attorno e sapere che i suoi sentimenti erano reciproci. Voleva sentire le sue stesse labbra abbracciare la bocca di Coles e sentire la sensazione della sua lingua intrecciata con i suoi fratelli. È così che è iniziato, ed è solo peggiorato.

Si esercitava a baciare Cole su un orsacchiotto e un giorno, quando aveva 14 anni, fece un buco tra le zampe dell'orsacchiotto e praticò qualcos'altro.

Baciò l'orso Cole, lo indossò persino nei boxer di Coles, esercitandosi a farli scivolare lungo le gambe. Avrebbe poi montato l'orso, immaginando Coles piagnucolare di gioia mentre faceva scivolare il suo cazzo ancora pubescente attraverso il ripieno degli orsi.



Dylan aveva cavalcato quell'orso per ore durante la sua adolescenza, sperando segretamente che Cole potesse un giorno entrare e capitare di offrirsi di prendere il posto degli orsi dato che stava facendo un ottimo lavoro. Quel giorno non arrivò mai, ma Dylan lo fece, nel profondo dell'orso, quasi ogni notte.

Alla fine l'aveva buttato via, a malincuore, a causa dell'odore dei suoi anni di servizio. Dylan mancò quell'orso; aveva colmato il vuoto che Cole aveva creato nella sua vita.

gracioso q y chistes

Ora, sotto la doccia, Dylan cominciò a rendersi conto, per la prima volta nella sua vita, che quel divario non poteva mai essere colmato. Sicuramente, se Cole sentisse allo stesso modo qualcosa sarebbe accaduto ormai? Qualche segno? Era destinato a vivere la sua vita a fantasticare su qualcuno che non lo avrebbe mai amato? Questi pensieri lo disturbavano.

Aprendo gli occhi, Dylan fu accolto dalla punta del suo pene. Era diventato così difficile pensare a Cole che stava letteralmente indicando il suo viso. La testa gli spuntò dal prepuzio come per chiedergli se dovesse uscire completamente dal suo precum, creando schemi oscuri mentre l'acqua della doccia lo seguiva lungo le sue gambe.

Dylan dovette liberarsi; cominciò a lubrificare il culo con uno shampoo dai suoi capelli biondi ancora da sciacquare. Afferrò la bottiglia di shampoo e lentamente, con un sussulto, iniziò a scivolare tra le sue guance. La bottiglia era grande, ma immaginava che anche Cole lo sarebbe stata e così gli piaceva il dolore mentre iniziava a creare slancio facendolo scivolare dentro e fuori da se stesso.

sao capítulo 16.5 pdf

Si voltò e si prestò al muro della doccia, usando ancora la bottiglia di shampoo, e cominciò a raggiungere il suo cazzo. Con piacere da entrambe le parti, fu una lotta per impedirsi di urlare. Chiuse gli occhi, sentendo l'acqua che scorreva su di lui, immaginò di nuovo l'orsacchiotto e poi Cole stesso. Visualizzando prima i suoi capelli biondi setosi, poi spostandosi verso il basso passò i suoi occhi avvolgenti, attraverso le sue labbra allettanti, oltre il suo corpo liscio e bianco fino al suo cazzo pulsante. Dylan aprì la bocca per far entrare i suoi fratelli in un cazzo immaginario, spingendo la bottiglia di shampoo sempre più in profondità.

All'improvviso, non riuscì più a trattenerlo. Gemette 'oh Cole' mentre il suo cazzo rilasciava un torrente di sperma, la bottiglia di shampoo profonda dentro di lui come sarebbe andata. Il liquido bianco striava l'interno della doccia come una strana arte moderna; l'acqua la svuota lentamente via come le sue fantasie. Il suo culo finalmente liberò la bottiglia di shampoo dalla sua presa e scivolò con uno squelch oltre le sue guance. Detto questo, Dylan sospirò di sollievo e uscì dalla doccia.

..........

Cole, sentendo suo fratello urlare il suo nome, si alzò dal suo posto e si diresse verso la porta del bagno, felicemente inconsapevole di ciò che era accaduto dall'altra parte. 'Dylan?' chiese, nessuna risposta. Girò provvisoriamente la maniglia della porta, trovandola aperta. Mentre entrava, vide suo fratello, con solo un asciugamano intorno alla vita.

Per cosa avevi bisogno di me? Stavo guardando la partita. ' Chiese Cole un po 'seccato per l'interruzione.

Oh, non importa, stavo cercando il mio spazzolino da denti 'rispose Dylan, sollevandolo imbarazzato. Cole alzò gli occhi seccato e fece per allontanarsi, ma proprio in quel momento i suoi occhi colsero il contorno del rigonfiamento nell'asciugamano di Dylans. Si fissò su di esso, osservandolo come se fosse un simbolo straniero. Era come se si stesse accorgendo per la prima volta che suo fratello aveva un pene, che strana sensazione.

Gli occhi di Coles scrutarono il resto del corpo di Dylans, come se ci fosse qualche altra parte del corpo da scoprire, ma si arrese ai capezzoli. 'Cole? ...' chiese Dylan. Cole riprese i suoi pensieri, scioccato da se stesso. 'Vado a letto, penso che sono solo stanco.' Ragionò Cole.

Oh, ok buona notte 'rispose Dylan. Cole si girò per lasciare la stanza e proprio all'ultimo secondo intravide l'asciugamano di Dylans che scivolava un po 'troppo in basso mentre restituiva lo spazzolino da denti, facendo lampeggiare solo la parte superiore delle natiche grassottelle di Dylans. Cole scosse questi strani pensieri dalla testa e andò in camera sua, il suo cazzo duro come una roccia.