Peter e la sua superfamiglia

10.1K 375 152 Writer: tacofunday2525 di tacofunday2525

di tacofunday2525 Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Mi dispiace non ricordo chi l'abbia richiesto!


Peter Parker-Stark vive nella torre dei Vendicatori da 5 mesi ed era molto vicino a ogni singolo vendicatore. Bene, tutti i vendicatori tranne Bucky.

Il ragazzo non aveva idea del perché Bucky potesse parlare a malapena con lui o addirittura stare nella stessa stanza con lui. Dapprima disturbò Peter, ma poi pensò che a Bucky non piacevano i bambini che invadevano il suo spazio.

In quel momento, era seduto nell'ultima lezione della giornata, in attesa che suonasse il campanello. Batté il piede a terra con ansia mentre i minuti scorrevano.

Alla fine suonò il campanello e lui saltò su per andarsene. Era quasi arrivato alla porta, quando Flash si presentò.
'Dove pensi di andare al pene?' Flash si fece beffe. Peter sospirò mentre si voltava.


linksadss

Cosa vuoi Flash. '
Flash sorrise.
'Non mi piace il tuo tono del pene, sembra che dovrei insegnarti una lezione.'

atrapado en un pañal

Flash lanciò un duro pugno alla mascella di Peters, facendolo cadere a terra. Anche con i poteri di Peters, tutti i colpi di Flash fanno davvero male. Non riuscì mai a difendersi. In quel momento era il debole Peter Parker, non lo Spiderman geneticamente potenziato.

Flash lo prese a calci mentre era a terra. Cercò di proteggere il più possibile la testa, ma sapeva che la maggior parte delle costole doveva essere rotta.

Quando Flash si fermò, Peter si alzò lentamente solo per incontrare altri tre pugni duri in faccia e si lasciò cadere sul muro. Flash si allontanò ridendo e Peter si sedette ansimando.

Gli ci volle un'ora intera per tornare alla torre. Si prese il tempo perché sapeva che nessuno sarebbe stato lì comunque. Beh, tranne Bucky, ma non è come se lo notasse comunque.

La guarigione di Peters aveva iniziato ad avere effetto, quindi le costole non gli facevano male, ma sembrava comunque essere stato investito da un autobus.

Peter si trascinò a fatica nel soggiorno. Fece una mossa per andare direttamente nella sua stanza, ma con sua sorpresa, Bucky parlò dal suo posto sul divano.

Quello che è successo?' Chiese senza alzare lo sguardo dal giornale.
'Niente va bene.' Borbottò Peter mentre continuava il cammino verso la sua stanza.

Qual è il suo nome?' Chiese Bucky. Peter si voltò e si avvicinò a Bucky.
'Che cosa?'
'Ho visto la mia giusta dose di infortuni causati dai bulli.' Disse Bucky, ricordando i giorni di Steve pre-siero. 'Quando ero più alto di Steve, dovevo salvarlo da molti bulli.'

Peter sembrava confuso. Era il massimo che Bucky gli avesse mai parlato prima. Si sedette sul divano accanto a lui.

x artista lector

Veloce. Si chiama Flash. ' Disse Peter. Bucky mise giù la carta.
'Per quanto?'
'Dall'inizio del liceo.' Peter rispose piano. Bucky annuì.

Fammi vedere la tua faccia.' Disse Bucky. Peter si avvicinò e Bucky esaminò i suoi lividi.
'Dannazione. I bambini hanno un braccio eh?
Peter annuì.
'Perché non rispondi?' Chiese Bucky. Peter scrollò le spalle.

Perché non posso rischiare di rivelare Spiderman. Se il bisognoso Peter Parker riuscisse a reagire, sarebbe troppo sospetto. Inoltre ho detto che avrei usato i miei poteri per aiutare le persone, non per sconfiggere un bullo. Non c'è modo di dire quanto duramente avrei finito per colpirlo. '

Bucky annuì.
'Va bene, andiamo a fargli visita, vero? Una piccola intimidazione dovrebbe fare il trucco. '
Peter sorrise.
'Aspetta Bucky.' Egli ha detto. Bucky si voltò di nuovo. 'Come mai mi eviti?'

Bucky strinse Peter in un abbraccio. Peter fu sorpreso ma lo abbracciò di nuovo.
'Per lo stesso motivo per cui non reagirai a Flash. Non voglio ferirti accidentalmente ... '

Peter sorrise.
'Quindi non mi odi?'
'No, certo che non Pete! Illumini l'intera torre. Bucky sorrise.

Lasciarono l'ascensore e Peter portò Bucky a casa dei flash. Fortunatamente i suoi genitori erano tornati a casa. Peter bussò alla porta e Flash la aprì.

tristes historias de amor te hacen llorar

Ehi pene, vieni per il secondo round? Flash ridacchiò. Peter scosse la testa.
'Sono venuto qui per dirti di lasciarmi in pace.'
Flash rise.
'Sì, e perché ti aspetti che lo faccia?'

Bucky si avvicinò.
'Perché ha il soldato d'inverno dalla sua parte.'

Il viso dei flash divenne pallido e i suoi pantaloni si bagnarono.
'Mai bullo Peter di nuovo. Non mi piacciono i bulli. ' Bucky lanciò un'occhiataccia.
Flash annuì e tornò di corsa dentro.

Peter scoppiò a ridere.
'Hai visto che!? Si è fatto la pipì! '
Anche Bucky rise e abbracciò Peter.
'Sono contento di essere stato in grado di aiutarti, Pete.'
'Anche io zio Bucky, anch'io.'





Grazie, questa è stata una richiesta così dolce che ho ricevuto! Spero di averlo riempito bene e grazie per la lettura! Ciao
batuffolo