Malec / Jale / Malace Smut

STAI LEGGENDO



Malec / Jale / Malace Smut

fanfiction

Alec Lightwood dovrebbe essere sempre pieno di affetto e intimità. Per fortuna ha Magnus e Jace per farlo, giusto? Se hai richieste di scenari per Alec / Magnus, Alec / Jace, Magnus / Jace o Magnus / Alec / Jace, fammelo sapere! ...

#aleclightwood #jacewayland #duttore #percorso magnus #malace #ragazzo



nombres de chico hick

Allenamento e tormento

4K 58 5 Writer: americathebritish di americaniathebritish
di americathebritish Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Jace non era il tipo di ragazzo che poteva approfittare di un Alec sudato, bello e stanco. Davvero non lo era. Onestamente. Ma poi di nuovo ...
Alec sembrava deliziosamente invitante con i capelli lisci sulla fronte, il labbro che trasudava lentamente sangue da un colpo che Jace aveva giudicato male e il suo petto nudo che si sollevava mentre guardava Shadowhunter dai capelli biondi.

Era iniziato come uno sparring innocente. Questo è tutto ciò che Jace aveva voluto dire essere. Questo è tutto ciò che Alec aveva voluto che fosse. Entrambi non si erano guardati l'un l'altro e avevano semplicemente chiesto se volevano andare a scopare sul pavimento della sala di allenamento. Sarebbe stato ridicolo, anche se Jace ci aveva pensato più volte. Sapeva che Alec non lo avrebbe mai fatto perché Alec, per quanto un po 'di merda, non sarebbe mai andato così lontano. La sua innocenza era molto più grande delle sue serie di comportamenti subdoli. Questo è ciò che Jace adorava di Alexander Lightwood. Era un angelo in ogni modo e faceva sempre battere il cuore di Jaces. Tuttavia, spezzare quel fronte angelico e distruggere Alec al punto in cui aveva accettato di fare sesso ovunque in qualsiasi momento era una cosa in cui Jace era piuttosto bravo.


Borbottò Alec, senza fiato, scuotendo la testa nel tentativo di togliersi un po 'di capelli dagli occhi. Fu uno sforzo inutile poiché il sudore che gli faceva risplendere la pelle manteneva i capelli in posizione. Jace dovette resistere alla tentazione di allungare la mano e aggrovigliare la sua mano nella confusione di capelli che aveva dovuto tagliare anni prima.

Chiese Jace, entrambi ancora in posizione difensiva, i pugni alzati per proteggersi. Avevano bisogno di lavorare corpo a corpo. Jace non era poi così male, ma Alec faceva troppo affidamento sulle sue capacità di tiro con l'arco e Jace aveva accettato di aiutarlo a tornare sull'altalena delle cose.

Dovevano essere sparring, non fissarsi a vicenda. Alec non sembrava irritato, solo leggermente annoiato. Il tono era quasi esasperante per la bionda Nephilim.



So cosa avrebbero dovuto fare, Alec. Scattò Jace, avanzando rapidamente. Alec si allontanò, non aspettandosi che Jace girasse all'istante, catturando il maschio più alto alla sprovvista afferrandolo in un lucchetto.

Alec ringhiò piano, seccato di non aver capito che Jace stava solo giocando con lui, fingendo un attacco per attirarlo in una trappola. Il braccio forte di Jaces rimase attorno al collo di Alecs, tenendolo nella posizione raddoppiata ma non tenendosi abbastanza stretto da essere troppo a disagio. La differenza di altezza ha reso la posizione ancora più soddisfacente per Jace, che sorrise ad Alec mentre cercava di svincolarsi. Jace mise un calcio ben mirato sulla parte posteriore di una delle ginocchia di Alecs, spostandosi leggermente mentre una lunga gamba scivolava fuori da Alec e lo mise in ginocchio. Jace sentì una svolta nella sua pancia, quasi impossibile da ignorare, per il fatto che aveva Alec nella posizione in cui gli piaceva vederlo. Era ciò che Maryse avrebbe definito pervertito, ma non gliene importava niente di meno.

Ora allora, Alec. Che cosa abbiamo imparato da quello? Chiese Jace, con voce deliberatamente condiscendente a provare a finire il Shadowhunter leggermente più vecchio. Alec si limitò a gemere, appoggiando il proprio corpo contro il lato di Jaces prima di lasciarsi andare alla sconfitta. Che spettacolo meraviglioso.

Jace allentò la presa su Alec, che era stato un errore. Alec tornò in piedi, alzandosi e girandosi, improvvisamente si alzò e si allontanò da Jace con un sorriso compiaciuto. Jace lo guardò stupito per un secondo, prima di tornare nella posizione corretta, i piedi ben piantati mentre aspettava che Alec facesse la mossa successiva. La mossa successiva si rivelò avvicinarsi, scendendo per evitare il movimento schiacciante che Jace fece verso la sua testa, una gamba forte che spazzava le sue gambe da sotto di lui. Jace cadde in preda a una mancanza di grazia che fece ridere Alec, sebbene il rumore fosse solo un debole sospiro. Jace fece una mossa per alzarsi ma Alec lo raggiunse in pochi secondi, un piede sul petto con la punta dello stivale proprio sotto il mento di Jaces.

Jace si arrese per un momento per ammirare il panorama. Alec sembrava un angelo, pochi secondi dopo essere caduto. Forte, aggraziato, orgoglioso. Capelli e occhi selvaggi, pelle scintillante e muscoli che si increspano sotto. Jace si aspettava quasi di vedere le ali formarsi dietro Alec, poteva immaginarle perfettamente, fuliggine come i suoi capelli e diffondersi in tutta la loro potente gloria. La vista prese quel poco respiro che gli era rimasto, lasciandolo a bocca aperta.

Storie promosse

Ti piacerà anche