La figlia di Lucifero

STAI LEGGENDO


La figlia di Lucifero

romanticismo

'Non capisci.' Dico, la mia voce si spezza mentre stringo i pugni e chiudo gli occhi. 'Questo non funzionerà. Non lavoreremo. ' Sussurro, i miei occhi neri si confondono con lacrime non versate. 'Questo non è un addio.' Disse, la sua voce era forte, la testa alta. si ...

#angelo #angeli #ragazzo #gatti #figlia #demone #diavolo #diavoli #vigilia #fantasia #ragazza #Londra #amore #Lucifero #fiammiferi #Lucinda #vendetta #romanticismo #scuola #anima #

La figlia di Lucifero

3.5K 37 8 Writer: Opheliac di Opheliac
di Opheliac Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Con i capelli bianchi come la neve, gli occhi come la notte, la pelle del colore dell'avorio e le labbra il colore del sangue.

citas sobrenaturales de castiel

Una volta tanto tempo fa, Lucifero commise un grande peccato, il suo primo peccato in tutta la sua vita santa, non imperdonabile, ma per contaminare la sua purezza. Le sue ali un tempo bianche, avevano una vena nera come linee che correvano lungo i bordi, in punta. Eppure 'Dio' non sembrava aver perso il rispetto per lui, era un uomo che credeva che tutti potessero essere perdonati e così era. Dopotutto, il povero Lucifero è stato sedotto da un demone, che lo ha stregato, ingannato, inghiottito la testa con pensieri che non erano pensati per nessuno del suo status. Dio avrebbe imparato da quell'errore.


linksadss

Con il peccato, Lucifero ha creato la vita, ha portato sua figlia in paradiso. Non era un normale Angelo, era un mezzo demone, non potendo mai essere pura come suo padre, e per questo lui si risentì. Era così diversa dalle altre, con le ali più scure di qualsiasi colore che Lucifero avrebbe ritenuto possibile, le piume che brillavano come metallo, che brillavano quando appariva una luce, causando una cecità temporanea anche a chiunque, Lucifero era immune.

Le sue figlie erano andate via, tornando sulla terra per aggirarsi nel vasto spazio vuoto dove non esisteva altro che sete e oscurità, sete di cose peccaminose.

Ecco perché Lucifero si offrì volontario a sua figlia per vagare sulla terra insieme a molti altri angeli, non la voleva, non voleva che lei si mettesse sulla sua strada per raggiungere il potere, un potere che invidiava che veniva direttamente da Dio.

La caduta di Lucifero avvenne diversi anni dopo, con uno scoppio di guerra, fu il capo di coloro che erano contro Dio. L'angelo più alto di tutti ha iniziato la sua discesa dal cielo, con le ali strappate dalla schiena e crescendo di nuove. Rasoio come ali, il colore esatto delle sue figlie, Eva.

Lucifero era diventato il re dell'Inferno che governava tutti coloro che caddero, gli Angeli Caduti, gli Oscuri, i demoni, tutto ciò che aveva, prima della sua caduta, odiava. Il suo odio per il cielo e gli angeli hanno alimentato il suo odio per coloro che governava, così era bloccato, facendo tutto ciò che era in suo potere per essere in grado di ottenere l'accesso al Cielo e rubare il potere che tanto legittimamente gli apparteneva.

Eva, che era così pura ma ancora così contaminata aveva vagato per la terra per migliaia di anni, l'accesso che aveva in Paradiso le era stato da lungo chiuso una volta che aveva deciso di disobbedire ai comandi, e proprio come suo padre era caduta. Nessuna ali le era stata strappata via dalla schiena, perché non era mai veramente un vero Angelo, il suo sangue di demone sembrava scorrere nelle sue vene più spesso dell'altro, almeno era quello che tutti pensavano.

Eva era disumanamente bella, passare così tanti anni sulla terra l'aveva resa intelligente. Gli anni l'avevano anche resa in grado di placare la sua sete, trovare nuovi peccati di cui molti non avevano idea. Era la principessa delle tenebre, dell'inferno, della morte, dell'ira. Di tutto ciò che è venuto con l'oscurità che ha avuto una stretta del suo cuore non battente.

Sembrava che forse gli Angeli avevano ragione nel chiuderle le porte del Paradiso, era tutto ciò che un Angelo non era, peccaminoso, malvagio e amaro, qualcosa creato dalla seduzione e dalla lussuria. Nulla di buono potrebbe venire da quello.

Lucifero sapeva cosa doveva fare, pentirsi, mostrare a Dio che ciò che aveva fatto dal peccato era puro, dopo tutto ciò che perdonava. L'unico modo per farlo era mostrare controllo a sua figlia, insegnarle le cose che aveva imparato. Renderla il più normale possibile, quasi umana.

Eva non ne sapeva nulla, era abbastanza strano riavere un padre nella sua vita, figuriamoci mantenere dall'uccidere chiunque le dicesse qualcosa di sbagliato a scuola.

Quando tutto ciò che sapevi era la distruzione, puoi davvero cambiare?

Quando conosci tutto il suo odio, puoi davvero amare?

Quando tutto ciò che sai è la morte, puoi davvero vivere?

La figlia di Lucifero

Nota dell'autore: prima di tutto non sono affatto religioso, anche se presumibilmente sono cattolico con i miei genitori. Non tutti i miei fatti saranno corretti, ma cercherò di ricercare le cose. Sì, non è perfetto, ma avevo questa idea per questa storia e dovevo solo scriverla! Scusa se non va bene, sono come mezzo addormentato. Esami AP questa settimana, sono morto .:/