Maiali Umani

STAI LEGGENDO


Maiali Umani

Avventura

Dopo che le radiazioni di massa sono state rilasciate nell'aria da un orribile disastro naturale, gli animali sono mutati e sono arrabbiati. Ora gli altri umani restano a soffrire per mano loro. Segui Henry mentre è costretto a diventare il maiale dopo il suo ...

#avventura #buio #Grasso #umano #maiale



c frases correctas

La Fattoria

1.6K 9 0 Writer: BreanaBowling di BreanaBowling
di BreanaBowling Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Sono ora su Patreon! Se ti piace il mio lavoro, vai qui per supportarmi su https://www.patreon.com/missy63097.

códigos de roblox cool char

Il mio cuore è caduto quando ho visto cosa ha aperto la porta. E intendo cosa. Prima di me ero un umanoide, alto quasi quanto me, ma la loro carne era di colore rosa, come quella di un maiale, ed è proprio così che sembrava il suo viso. O bene suppongo che fosse una lei da quando era vestita da mia moglie. La vista di ciò mi fece congelare, solo per un secondo. 'Che cosa ...' Ho fatto un backup, poi mi sono girato e mi sono imbattuto ... direttamente in un altro.


linksadss

Il suo corpo era così robusto che sono stato respinto a terra. Lo guardai. 'Per favore ... Non voglio farti del male. Sto solo per-ah! ' Gridai mentre mi afferrò con forza e mi trattenne. 'Per favore no! Lasciami andare!' Ho urlato. Mi ha coperto la bocca. 'Chiamali. Ne abbiamo un altro per la fattoria. Potevo solo guardare mentre l'altro entrava e venivo portato nel mio fienile e gettato in una gabbia che usavo per le galline. 'Per favore lasciami andare! Non ti disturbo! Ho scosso e preso a calci la gabbia, ma mi ha lasciato lì.

Sono rimasto in quella gabbia durante la notte. Sono stato svegliato dall'apertura delle porte della stalla. C'erano altri due maiali con i due Id precedenti incontrati la sera prima. 'Oh, è una bellezza. Dovrebbe ingrassare bene. Uno ha detto e mi ha sorriso. 'Ingrassare...?' Ero confuso e spaventato dallo sguardo sul suo viso. Indietreggiai nel mezzo della gabbia, dove speravo che nessuno di loro mi toccasse. 'Ah, non aver paura, piccolo. Ti daremo un po 'di medicina e tutto andrà bene. Estrasse una siringa e fui preso dal panico. 'N-No! Non toccarmi. Per favore, lasciami andare. Ti lascerò solo, prometto. Ho chiesto di nuovo.

Per un secondo lo stesso avrebbe detto di no prima che l'altro parlasse. 'Tutto a posto. Bene lasciati andare. Vieni fuori e corri. ' Egli ha detto. Mi sentivo ancora un po 'scettico ma non vedevo un'altra opzione. Ad ogni modo alla fine mi tirerebbero fuori. Così ho strisciato fuori e ho iniziato a correre. Per un minuto ho avuto il sapore della libertà, ma nel momento in cui sono stato fuori dalla porta della stalla sono stato afferrato, una mano di maiale mi è venuta sul petto e mi ha bloccato contro. 'No! Hai promesso! Per favore!' Grido e mi laccio.

historias de adolescentes desnudos

Quello con la siringa è arrivato a lui e l'ho sentito pungere nel mio fianco. 'Shhh adesso. Starai bene. L'ho sentito dirmi mentre lentamente iniziavo a sentirmi lento, come dopo esserti appena svegliato da un intervento chirurgico. 'Perché sta succedendo proprio a me?' Borbottai, rimanendo immobile tra le sue braccia mentre mi portavano in un furgone con l'etichetta Human Meat e mi sdraiarono sulla schiena.

Non posso dirti molto sull'unità, dato che ero a malapena consapevole e che comunque non c'erano finestre. Sembrava che ci volessero ore prima che il camion si fermasse. A quel punto mi sentivo un po 'meglio ma non ero ancora tornato al mio io normale. Li sentivo fuori. 'Prendi il pungolo. Potrebbe uscirne. Mi sono fatto piccolo dentro. L'idea di rimanere scioccato da un pungolo di bestiame non era piacevole. Poco dopo che la porta si aprì e uno di loro ebbe sicuramente un pungolo di bestiame. Ero a terra dove mi avevano lasciato e non pensavo di riuscire nemmeno a muovermi. 'Vedi, ti ho detto di non preoccuparti. Quella dose è abbastanza buona da mettere fuori combattimento un grosso essere umano, funziona benissimo su una piccola patatina come questa. Ridacchiò mentre mi trascinava sulla sua spalla e mi portò verso un edificio.

L'edificio era abbastanza grande e fatto di metallo, etichettato come carne umana proprio come era stato il furgone. Anche il pavimento era di metallo, notai quando entrammo. Ero sinceramente terrorizzato da questo punto, ma non potevo uscire dalla mia situazione. Ai lati c'erano penne, non più grandi della maggior parte delle celle della prigione, alcune con altri sfortunati umani, tutte nude. Sembravano ragazzi da una parte e ragazze dall'altra. Alla fine, dove mi stavano portando, c'era un tavolo con varie provviste mediche e due pali bloccati nel terreno con un collare su una catena attaccata tra loro e due morsetti sul fondo. Mi misero le mani nei ganci e la testa nel bavero, stringendolo in modo da rimanere bloccato a quattro zampe dov'ero. Sono abbastanza sicuro che stavo tremando anche prima che mi venissero tolti i vestiti.