Monologhe femminili

5.2K 35 4 Writer: Vladmirsdaughter di Vladmirsdaughter
di Vladmirsdaughter Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

http://www.actorpoint.com/freemonologues/0a.html



gravedad cae creador de personajes

Informazioni di base: Elisabetta viene intervistata da due agenti di polizia. Ha appena confessato di aver ucciso 6 ragazze.

Vuoi sapere, suppongo, cosa trasforma una brava bambina come me in un assassino a sangue freddo. Vuoi la verità? Vuoi sapere perché l'ho fatto? Perché ho ucciso tutte quelle ragazze? È perché mi piace. Non mi aspetto che tu capisca com'è. Non avete idea. Per tenere la vita di qualcuno nelle tue mani. Essere sotto controllo.



C'è sempre quel momento di riconoscimento tra un assassino e la sua vittima. Quell'istante in cui si rende conto del tuo potere, ti guarda e tu la guardi, e supplica con i suoi occhi. Ella chiede pietà, per la sua vita. E hai una frazione di secondo per decidere: salvarla, va benissimo. Potresti ridarle la vita, ridarla alla sua famiglia e ai suoi amici, alle persone che la amano. Ma ucciderla ... Questo è qualcosa di diverso. Per rimuoverla da questa terra, per togliere la cosa che più apprezza soprattutto: la sua vita. Questo è il vero potere. Nessuna di queste ragazze ha meritato la vita. Guardali! Il musicista, l'attore, lo scrittore, il ballerino, l'artista, il modello. Nessuno di loro ha apprezzato quello che avevano. Erano i migliori. E questo non significava nulla per loro. Non sono mai stato il migliore. Sempre intelligente, ma mai il più intelligente. Piuttosto, ma mai il più bello. Talento, ma mai il più talentuoso. Ma nonostante tutto, ho sempre pensato di essere speciale. Pensavo ci fosse qualcosa dentro di me, in agguato dentro, che mi avrebbe reso grande. Non sono mai stato contento dell'idea di vivere semplicemente la mia vita, morire e essere dimenticato. Non sono io. Voglio essere ricordato per i miei successi. E lo sarò, vero? certo, sei disgustato da quello che ho fatto. Sei inorridito, pensi che io sia un mostro. Ma posso garantire che non tornerai a casa per le tue vite noiose e mi dimenticherai e basta. Oh no Sono disposto a scommettere che sarò nella tua mente per un bel po 'di tempo.

Pensavo di poter trovare altri modi per essere riconosciuto. Volevo essere famoso per un po '. Ma poi ho capito quanto sia stupido. Le persone vorrebbero essere me, senza sapere davvero cosa significhi. Poi ho pensato di essere un avvocato ... Io! Pensavo che se salvassi delle vite, la gente mi adorerebbe. Ma ho capito, non molto tempo fa, non molto tempo prima di uccidere per la prima volta, che salvare le persone non è abbastanza. Potrei salvare la vita a cento persone, e loro sarebbero grati, e così anche le loro famiglie e amici. E gli altri? Mi vedono al telegiornale e pensano, eh. Bello. Quindi cambia il canale in qualcos'altro. E se avessi ucciso solo una persona. e non solo ucciderli, ucciderli brutalmente. A mani nude, fissandole negli occhi. Non per vendetta, non per guadagno personale, perché mi piace uccidere. Le persone avrebbero prestato attenzione allora. Il mondo intero si fermerebbe, con me al centro. Tutti mi guardano.


E so cosa stai pensando. Posso vedere gli sguardi sui tuoi volti. Pensi che sia solo un'attenzione che cerca un bambino, ma non lo sono. Voglio solo che qualcuno mi noti. Per tutta la vita sono rimasto sullo sfondo. C'è sempre stato uno studente che ottiene voti migliori di me, quell'insegnante che mi fa sentire stupido, quell'amico che mi spegne sempre, quell'unico genitore a cui non interessa, quell'unico fratello che oscura i miei successi con i loro. E a nessuno importa nemmeno. Voglio solo che tu pensi. E non comportarti come questo non si applica a te, sergente, perché lo fa. Sei proprio il tipo di farlo. Me l'hai fatto ... La prossima volta che hai intenzione di mettere giù qualcuno, sottolineare i loro difetti, farli sentire stupidi, essere piccoli, pensare a me, poi pensare a loro e cosa potrebbero farti. Quanto li rispetteresti se avessero le mani intorno al tuo collo e avessero la scelta: rilasciare la presa sulla gola o semplicemente continuare a premere. Pensaci.