Emily.

STAI LEGGENDO

papa petites histoires de fille

Emily.

Saggistica

Emily vede la sua vita girare in tondo combattendo battaglie del passato e affrontando possibili futuri, ma mentre li afferra, non è così facile aggrapparsi.

#Anna #denzel #emily

SESSO ARRABBIATO

6.6K 55 18 Writer: Nattblob di Nattblob
    di Nattblob Segui Condividi
    • Condividi via e-mail
    • Segnala la storia
    Invia Invia ad un amico Condividi
    • Condividi via e-mail
    • Segnala la storia

    Emily

    Giacevo lì e non riuscivo a dormire. Sono arrivate le tre e l'ho sentito muoversi di soppiatto e alzarsi. Mi asciugai rapidamente le lacrime mentre accendeva la luce laterale. Si è imbattuto in bagno e mi sono seduto, ho preso un fazzoletto, mi sono asciugato la faccia e mi sono fatto esplodere il naso. Non riuscivo a credere di essere arrabbiato per questo. Mi ha spaventato però. Mi sono seduto lì ed è tornato dentro, chiudendo la porta.

    Mi guardò e mi baciò i denti e io cominciai ad arrabbiarmi. Presi la lozione per le mani sul comodino e gliela lanciai. Si chinò e colpì il muro.

    Ha gridato e mi è venuto in faccia.

    messages liés # 1

    Ho urlato. Mi coprì la bocca e mi spinse di nuovo sul letto in ginocchio su di me.

    Mi ha urlato addosso. Ho iniziato a grattargli la faccia e lui mi ha afferrato le braccia e me le ha messe sopra la testa. Sembrava così arrabbiato. Ho provato a liberarmi, ma era inutile.

    Gli ho urlato in faccia. Ringhiò contro di me. Mi lasciò andare le mani e gettò le coperte dal letto, mi afferrò per le cosce e mi spostò al centro e mi divise le gambe. Ha strappato il vestito e ho iniziato a colpirlo.

    Ho urlato.

    Disse e spinse di nuovo le mani sopra la mia testa, venne verso di me e mi morse il collo con forza.

    Ho urlato. Ho provato a prenderlo a calci con le gambe ma lui mi ha spinto più forte.

    neko atsume lexy

    Ha urlato. Ho provato a urlare ma mi ha detto di stare zitto.

    Ha detto e ha spostato una mano verso il basso e ha tirato giù i suoi pugili e spostato il mio perizoma di lato. Ho iniziato a piangere mentre lo costringeva a me.

    papa petites histoires de fille

    Ha detto spingendo più forte. Ho urlato con le lacrime agli occhi. Mi ha coperto la bocca con la mano e l'ho attaccato con le unghie e le ho scavate nella pelle. Più facevo e più spingeva con molta più forza. Senza sforzo, ma in modo aggressivo, sollevò il mio corpo con un braccio e ci portò al muro. Il mio corpo ha colpito contro di esso e ho fissato nei suoi occhi e lui mi ha guardato con rabbia. Ha tirato il mio perizoma da un lato mentre ha scavato l'altro lato nella mia pelle e l'ha strappato via e l'ha buttato sul pavimento.

    Ho urlato. Lo spinse di nuovo dentro e iniziò a muoversi e mentre guardava il mio corpo mi rallentò e vidi un sorriso sul suo viso mentre osservava il movimento. Mi ha guardato indietro e mi ha afferrato il collo e la testa contro il muro. Ho ringhiato contro di lui e lui ha sorriso.

    femelle fouette nue

    Ha urlato. Ho colpito i pugni nel suo petto e ha smesso di muoversi. Sembrava poi rimuoversi da me, prima di sbattersi di nuovo dentro di me. Ho pianto e la mia testa ha iniziato a piegarsi in avanti. Mi afferrò di nuovo il collo con una presa più stretta e mi sbatté la testa contro il muro. Gemetti e gridai. Mi allontanò dal muro e mi trattenne e all'improvviso sentii bussare sul pavimento di marmo. Si staccò e posò il mio corpo sul tavolo freddo e si chinò. Ho provato a prenderlo a calci, ma lui ha aperto le gambe in modo aggressivo e ha mantenuto una presa salda. Mi guardò morto negli occhi e il sudore gli colava dal viso.

    La storia continua di seguito

    Storie promosse

    Ti piacerà anche