VIENI IN ME - BREVE STORIE EROTICHE

32.3K 192 6 Writer: 84Karoll di 84Karoll
  • Dedicato a Isaboricua
di 84Karoll Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Angelica si inginocchiò perché stava pulendo sotto la scrivania dei suoi capi. Stava immaginando come reagirà al suo vestito e cosa le farà.
La sua figa iniziò a pulsare senza pietà. Non poteva aspettare che lui le toccasse la pelle, leccasse la sua delicata, piccola femminilità, per compiacere il suo clitoride con il suo dito grande e lungo. Quasi geme dai suoi pensieri erotici.



historias cortas de sexo de ficción

Quello che non sapeva Adalbert Pedretti, uomini molto alti e larghi con capelli neri, corti e occhi castani, la guardava sogghignare mentre era seduto sul suo divano.
Si stava godendo moltissimo la vista. Forse qualcuno potrebbe dirlo anche troppo, ma a lui non importava. Era sua, solo sua proprio come lui era sua.
Voleva girovagare le mani su di lei così male. Vai da lei e scopa il suo culo rotondo e sexy sotto questa dannata scrivania.
Il suo pene era pronto a scivolare nel suo buco del culo vergine e stretto. Ma sapeva che non era quello che lei voleva. Voleva che gli facesse a pezzi la figa per non camminare per giorni. Aveva bisogno che lui assaggiasse la sua pelle per amare e ammirare il suo corpo. Essere gentili ma allo stesso tempo difficili.
Non poteva più entrare. Era troppo duro così parlava - Beh, bene, bene che vista signorina Ederman. Sto tornando a casa e vedo la mia cameriera sotto la scrivania con il sedere in aria senza mutandine. - ansimò alla sua voce, non sapeva che fosse tornato, ma continua ancora a parlare - Devo dire che sono impressionato dal fatto che ti stai vestendo così coraggiosamente.

Adalbert voleva afferrarla e si fa strada con lei, ma lei inizia a camminare seducente verso di lui mentre ondeggia i fianchi. Quindi girati per guardarlo indietro e chinati per stuzzicarlo un po '. Lei gli mise una mano sul culo nudo e lui squadrò quelle guance di testa. Lei emise un gemito e si godette il suo tempo di gioco. Quindi questo Mob Boss alto e bello si appoggia al suo buco del culo e soffia su di esso. Angelica rimase a bocca aperta non credendo a ciò che stava facendo, ma non ha tempo di reagire perché inizia a leccarla e mangiarla appassionatamente lì. I suoi lamenti iniziano ad essere più forti e ansimando più forte. La sua figa era bagnata come mai prima d'ora e quando le sue due dita si immergono nella sua figa quasi traggono dalla quantità dei suoi succhi. Lui sorride e ringhia per inviare alcune vibrazioni per compiacere di più il suo corpo.
Non riuscì più a sopportarlo così si alzò ma prima che potesse protestare, tirò fuori il suo duro come un grosso cazzo di pietra e lo fece scivolare nel suo piccolo muffin così incredibilmente bagnato mentre ancora lo guardava di schiena.
Entrambi gridano di desiderio. I fianchi si muovevano, il seno che saltava, le labbra aperte dal gemito.
Le guance rosee, gli occhi chiusi, le gocce di sudorazione iniziano a essere visibili. Quando rotola i fianchi e si stringe attorno a lui, lo perde. Le sue mani la spinsero a terra e il suo cazzo si spinse nel suo buco del culo così in fretta che non ha tempo di dire nulla. I suoi occhi si spalancarono e le sue labbra emisero un grido e una serie di gemiti. Il dolore e il piacere erano troppo per lei, così il suo dito trovò il clitoride per accelerare il climax, ma Adalbert si batté una mano sulla mano e spinse le sue due e infine le dita libere nel suo buco dell'amore umido.
Era in paradiso in un altro mondo. Era un disastro lamentoso. Stava scopando i suoi due buchi allo stesso tempo gemendo e ringhiando mentre le baciava il collo. Le sue mosse erano difficili, veloci e oh così profonde. Era così concentrato nel piacere di lei che non sapeva quando sparava al suo sperma bianco e caldo nel suo culo e quando urlava i suoi polmoni mentre schizzava su di lui e sul pavimento.



Quando la tirò fuori la prese tra le sue braccia baciandole la deliziosa bocca ripetendo ripetutamente 'Ti amo'.

historias de chicas tanga

Fine...