Realtà alterata

23.8K 113 28 Writer: ABDLWriter di ABDLWriter

    di ABDLWriter Segui Condividi
    • Condividi via e-mail
    • Segnala la storia
    Invia Invia ad un amico Condividi
    • Condividi via e-mail
    • Segnala la storia

    Avvertenza: contenuto sessuale. Conterrà aspetti BDSM

    Ero eccitato. Ero così eccitato. Non si poteva negarlo. Dante era così sexy che non potevo evitarlo.

    meilleures farces de vengeance

    Mi sdraiai sul pavimento della camera da letto, nudo tranne il mio pannolino gonfio, che non mi era permesso di togliermi.

    meilleures farces de vengeance

    Che diamine! Fottiti, Dante. Questa è casa mia e questo è il mio dispositivo. Non hai il diritto di controllare me o le mie azioni.

    Detto questo, ho chiamato il babysitter e gli ho detto di cambiare il mio pannolino. Lo ha fatto così in fretta, cancellandomi. Gemetti leggermente per la fredda asciugatura mentre correva sul mio cavallo, l'attrito non faceva nulla per aiutare la mia situazione.

    Mentre il robot andava a prendere un altro pannolino dalla borsa aperta nel bagno, spostai provvisoriamente la mia mano verso sud, sfregando i cerchi sul mio cl * t. Mi sono quasi piegato i fianchi per il piacere e ho iniziato a strofinare più velocemente e ad applicare una maggiore pressione.

    Gemetti piano, gli occhi chiusi e la mano che lavorava più veloce. La porta del bagno si aprì all'improvviso, la bambinaia rotolò fuori e la mia mano scivolò più in basso. Mi bloccai al contatto straniero, ma le parti della mia signora pulsavano così tanto che non me ne importava.

    Feci scivolare provvisoriamente un dito, facendolo scivolare facilmente a causa dell'umidità e i fianchi si piegarono il più possibile. Dopotutto, non potevo lasciare il terreno, no grazie a Dante.

    Prima che potessi andare oltre con il piacere di me stesso, il babysitter mi mise le mani sopra la testa, mi spruzzò polvere di bambino su di me e mi mise un nuovo pannolino prima di tornare all'angolo.

    Gemetti per la frustrazione sessuale, dato che ora non potevo accedere laggiù. Dante ha detto che non potevo lasciare il pavimento ... Questo limita praticamente le mie opzioni. Mi spinsi in posizione seduta, il mio cavallo mi si strinse contro il pannolino. Gemetti.

    lecteur futa x male

    Spingendo di nuovo in avanti i fianchi, mi strofinai la pelle contro la soffice morbidezza, mantenendomi sollevato con i gomiti. Continuò fino a quando pensai di essere vicino al sollievo. I miei occhi erano chiusi e mi stavo strofinando energicamente attraverso il pannolino, la mano quasi colpendo il materiale bianco. Ero troppo impegnato a lamentarmi per il piacere di notare i passi fuori dalla porta. Fu solo quando la porta si spalancò che i miei occhi si aprirono.

    Là nello stipite della porta c'era Dante, e sembrava incazzato.

    Ho deglutito.

    ribollì, 'pensi che stai facendo, Katherine?'

    Sparare. La sua voce era profonda e minacciosa, eppure in qualche modo mi eccitò di più. La camicia nera era abbottonata di nuovo, le maniche arrotolate ai gomiti e indossava una cravatta viola. Mi piagnucolò in risposta, spaventato da ciò che avrebbe potuto fare.

    Vidi le sue labbra muoversi e sentii un lieve schioccare, e improvvisamente nella sua mano tenne un pannolino. Almeno, sembrava un pannolino.

    Ho cercato di alzarmi per dare un'occhiata migliore, ma ho scoperto che non potevo vedere Dante o separare le mie mani. Cosa ...

    citations de jace wayland

    Girandomi e girandomi, ho visto una cosa viola intorno ai miei polsi prima di entrare in contatto visivo con sfere fredde e scure.

    lecteur futa x male

    Vedo che hai cambiato il tuo pannolino, anche quando ti ho specificamente detto di non farlo. Sei stata una ragazza cattiva e le ragazze cattive ricevono punizioni. ' Con ciò ha iniziato a togliermi il pannolino.

    Ho cercato di allontanarmi da lui, ma ha schiaffeggiato le mie tette, il che mi ha fermato di colpo. I suoi occhi scuri lampeggiarono, come se mi sfidasse a discutere.

    Bene, indovina un po '. Sono una donna adulta, di 23 anni. È sotto mio impiego come mio autista, quindi ho il diritto di dirlo lui cosa fare, non viceversa.

    Cosa ne pensi sei facendo, Dante?'La mia voce grondò di scontento mentre lo fissavo. 'Ti ricordo che questa è casa mia e tu sei sotto il mio posto di lavoro, e non mi piace quello che stai facendo. Ora, slegami e ridammi il mio dispositivo. Sei inoltre rilasciato dal mio servizio. ' Mi sorrisi, felice di metterlo al suo posto.

    Storie promosse

    Ti piacerà anche