Uno sconosciuto può PARCHEGGIARE LEGALMENTE sul tuo vialetto... ma è un reato rimuovere la sua auto

La prossima volta che non riesci a trovare un parcheggio perché non parcheggiare in un vialetto vuoto - non puoi essere arrestato per questo.


Saresti perdonato se pensassi che il tuo vialetto fosse un parcheggio esclusivo per i tuoi veicoli.

Tuttavia, tecnicamente, chiunque può parcheggiare lì.

La legge afferma che in realtà non è illegale per qualcun altro lasciare la propria auto sul tuo vialetto, indipendentemente dal fatto che il proprietario della casa abbia dato il permesso. Quindi, se chiami la polizia, non faranno assolutamente nulla per la situazione.

Non rimprovereranno l''autore del reato', non rimuoveranno l'auto e non emetteranno un avvertimento.



Credito: Getty

La legge sulla circolazione stradale significa che in realtà sono le autorità locali che sono responsabili dell'applicazione del parcheggio. Ma, ancora una volta, non hanno il potere di fare nulla per un estraneo parcheggiato sul tuo vialetto.


Leggi di più: Parcheggiare la tua auto sul lato sbagliato della strada potrebbe farti pagare una multa di £ 1000

Possono applicare avvisi di penalità sulle auto parcheggiate 'illegalmente' sul ciglio della strada, tuttavia non hanno il permesso di fare nulla contro un proprietario di auto indisciplinato che ha scaricato il proprio veicolo sulla tua guida.

Il RAC ha dichiarato: 'Quando un'auto è in movimento, tecnicamente è di proprietà privata e il consiglio non ha l'autorità per rimuoverla'.



Credito: Getty

Il RAC ha anche affermato che, se ti trovi in ​​una situazione, la cosa migliore da fare è parlare con il proprietario del veicolo e mirare a 'risolvere la situazione in modo sensato'.

(Non essere tentato di vandalizzare l'auto incriminata o prendere una mazza da baseball sul parabrezza, perché è illegale e potresti essere TU a finire nei guai.)

Se il proprietario dell'auto è un mulo testardo, puoi potenzialmente intraprendere un'azione legale, poiché tecnicamente è 'trasgressione'. Ma perseguire una causa civile è lungo e potenzialmente molto costoso.


Si spera che una chiacchierata 'amichevole' e forse la buona vecchia sicurezza britannica di offrire una tazza di tè risolveranno i drammi delle 'guerre di parcheggio'.

GUARDA! Confessioni di una scuola di celebrità gestita con Anton Du Beke: