Una serie di sfortunati eventi: il terribile libro della verità 14

3,6 K 6 0 Writer: TimePlague a TimePlague
di TimePlague Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Erano passati diversi anni da quando aveva avuto luogo il caos dell'infanzia degli orfani di Baudelaire. Ma non erano più bambini, in effetti Violet Baudelaire aveva recentemente festeggiato il suo ventitreesimo compleanno con i suoi fratelli Klaus e Sunny Baudelaire e, naturalmente, Beatrice. Tutti e quattro avevano trovato vite di pace, Violet viveva in una casa tutta sua con Sunny e Beatrice e Klaus viveva nella sua casa con sua moglie Eleanor. Per anni, poche cose erano andate male. Ma la famiglia Baudelaire non sapeva, in una frizzante mattina d'agosto, che semplicemente bussare alla porta avrebbe cambiato tutto.
'Lo capisco, Sunny,' disse Violet a sua sorella, che si stava avvicinando alla porta d'ingresso per aprirla per chiunque stesse aspettando fuori.
Violet aprì la porta per rivelare una donna anziana, e le ci volle un momento per riconoscere i lineamenti del viso della donna.
'J-Justice Strauss?'
'Sì, caro, sono io.'
Si abbracciarono e, rilasciando, Violet chiese:
'È così bello vederti, giudice Strauss ... Pensavo che tutti fossero morti nel fuoco che ha dato fuoco all'Hotel'
'Bene, molti di noi sono morti, sì. Ma alcuni, incluso me stesso, sono usciti incolumi.
'Sono venuto per dirti una cosa, Violet. Ho intenzione di dirlo anche a Klaus, ma ho deciso di dirtelo prima.
'Okay, beh, perché non vieni,' offrì Violet.
Il giudice Strauss seguì Violet all'interno. Sunny, che stava facendo i compiti al tavolo della sala da pranzo, lanciò un'occhiata al loro visitatore.
'Sunny, questo è Justice Strauss', ha introdotto Violet. 'L'hai incontrata quando eravamo più giovani.'
'Oh, è vero,' ridacchiò il giudice Strauss. 'Era solo una bambina quando l'ho incontrata per la prima volta.'
Continuando verso il soggiorno, Violet e Justice Strauss si sedettero su un divano.
'Allora, cosa volevi dire a me e Klaus? In realtà, potrei chiamarlo e chiedergli se può venire qui, così puoi dirci entrambi allo stesso tempo ', ha detto Violet. 'Vive a breve distanza.'
'Grazie, Violet ... Mi renderebbe le cose più facili.'
'Un momento mentre lo chiamo.'
Violet andò al telefono, che era vicino alla cucina, e compose il numero di Klaus. Rispose in pochi istanti.
'Ciao Klaus ... Sì, questo è Violet .... Beh, ti sto chiamando per chiedere se puoi venire. Vedi, il giudice Strauss è arrivato ... Sì, e lei dice che ha qualcosa da dirci ... È stato un po 'inaspettato, sì .... Va bene, ci vediamo presto. '
Violet tornò in soggiorno e si sedette di nuovo accanto al giudice Strauss.
'Sarà qui tra pochi minuti,' disse Violet.
'Ottimo. Posso dirtelo prima che arrivi, suppongo, e quando arriva qui possiamo dirglielo.
'Va bene. Bene, allora, come ti diresti?
'Prima di tutto, dovresti sapere che V.F.D. esiste ancora dopo tutti questi anni, tuttavia mancano qualcosa che è essenziale per risolvere un certo mistero. '
Violet non aveva sentito qualcuno dire 'V.F.D.' in diversi anni, e sentendo il giudice Strauss dire che ha riportato alla stessa volta molti ricordi orribili. Ma ha anche suscitato la sua curiosità.
'Come fai a saperlo? Pensavo fossi stato separato da V.F.D. '
'Non lo sono, cara, ma recentemente mi hanno chiesto di trovare te e Klaus, perché vogliono il tuo aiuto.'
'Veramente? Perché vorrebbero il nostro aiuto? Chiese Violet.
'V.F.D. ha incontrato una scoperta. Hanno trovato più lettere, indirizzate alla stessa persona Conte Olaf. ' Violetta deglutì. Aveva sperato di non sentire più quel nome per il resto della sua vita. 'L'unico indicatore che ha detto a V.F.D. chi ha scritto le lettere è la S iniziale '
'Vedo ... e fa V.F.D. per caso vuoi che io e Klaus scopriamo chi ha scritto le lettere?
'Infatti. Sono stati abbastanza fortunati da trovare una data su ogni lettera. Molti furono riscritti quando il conte Olaf cercava la tua fortuna. V.F.D. non ha nemmeno la vaga idea di chi abbia scritto le lettere, ma sanno che era spesso nella tua vita quando voi tre eravate bambini.
'Mi hanno detto di dire a te e Klaus che se riuscissi a trovare le lettere che il conte Olaf ha scritto a questa persona misteriosa, molto probabilmente sarebbero in grado di identificarlo.'
'Mi dispiace, giudice Strauss ... Ma Klaus, Sunny e io abbiamo avuto abbastanza misteri nella nostra vita', ha detto Violet. 'Sì, ​​molti sono ancora irrisolti, ma alla fine siamo stati in grado di vivere pacificamente, senza essere costretti a circostanze in cui non abbiamo idea di cosa stia succedendo. Non posso rischiare che ci coinvolgiamo in un'altra di quelle circostanze. '
'Sì, capisco, Violet. Ma V.F.D. crede che tu e Klaus abbiate le migliori possibilità di trovare le lettere scritte dal conte Olaf perché possono essere trovate solo da voi e da lui che ripercorrono i vostri passi. '



ideas de broma de venganza

***

Un bussare alla porta interruppe Violet e Justice Strauss.
'Dev'essere Klaus,' disse Violet, in piedi e camminando verso la porta principale. All'apertura, Klaus disse:
'Buongiorno, Violet.'
'Buongiorno. È in soggiorno. '
Violet e Klaus scesero nell'atrio verso il soggiorno, dove il giudice Strauss stava sorridendo a Klaus. Si abbracciarono brevemente, e Violet e Justice Strauss si sedettero di nuovo sul divano, mentre Klaus si sedette su una poltrona reclinabile. Il giudice Strauss ha fornito a Klaus una spiegazione più breve di tutto ciò che ha detto a Violet, sottolineando il fatto che V.F.D. voleva che trovassero le lettere del conte Olafs alla persona misteriosa.
'Per favore, non prenderla nel modo sbagliato, ma non vogliamo esattamente altro a che fare con i misteri', ha detto Klaus.
'Sì, ​​questo è quello che tua sorella mi ha detto ... Quello che entrambi non capisci è che V.F.D. ha bisogno del tuo aiuto '
'Giustizia Strauss, mi scuso, ma semplicemente non assisteremo V.F.D. Sicuramente ci sono altre persone che V.F.D. si può fare affidamento per trovare le lettere? Inoltre, perché devono sapere a chi stava scrivendo il conte Olaf? Disse Klaus.
Il giudice Strauss sospirò e allungò silenziosamente la mano nella sua borsetta, che era legata sopra la sua spalla. Ci ha scavato per un momento, poi ha rimosso un foglio di carta piegato.
'L'uomo che mi ha dato questo mi ha anche detto tutto quello che ti ho detto due. Mi disse che se entrambi doveste rifiutare di aiutare V.F.D., dovrei mostrarvelo. '
Con ciò, il giudice Strauss uscì di casa. Lasciò il foglio sul tavolino che era di fronte al divano.
'Che cos'è?' Chiese Klaus a sua sorella.
'Non lo so', disse Violet, raccogliendo il foglio e poi aprendolo. 'Guarda...'
'Sembra essere una delle lettere ...'
Entrambi hanno letto la lettera, che è stata scritta con una calligrafia piuttosto elaborata.



Olaf,

Questa volta non falliremo. Gli orfani di Baudelaire potrebbero esserci sfuggiti due volte in passato, ma hai eliminato Montgomery e quindi eliminerai Josephine. Spaventarla a morte sembra appropriato.



Fai questo e li abbiamo. La loro fortuna, tutto. Non permettere loro di scivolare via questa volta.

pobre ana chapter 7

S

Sia Violet che Klaus fissarono la firma 'S' e la loro fame segreta per apprendere la verità della loro infanzia e meglio di loro. Entrambi si affrettarono a tornare alla porta principale, l'aprirono e scoprirono che il giudice Strauss non era ancora partito, in qualche modo. Stava per salire in macchina.
'Aspettare!' dissero, quasi all'unisono. Il giudice Strauss alzò lo sguardo.
'Sì, Baudelaires?'
'Abbiamo cambiato idea', ha detto Klaus.
'Sì, aiuteremo V.F.D.', ha detto Violet.
Il giudice Strauss disse con un ampio sorriso,
'Sapevo che voi due alla fine avreste riconosciuto la gravità della situazione.'