Un mondo spezzato

STAI LEGGENDO

Un mondo spezzato

fanfiction

Questo è un crossover di e restare con me, Harry Potter, Five Nights at Freddy's, Gravity Falls e Creepypasta. Attestazione: Harry Potter: J.K. Rowling FNaF: Scott Cawthon Gravity Falls: Alex Hirsch Creepypasta: Non lo so

Capitolo primo FNaF e Harry Potter

856 11 4 Writer: xXForeverImmortalXx di xXForeverImmortalXx
    di xXForeverImmortalXx Segui Condividi
    • Condividi via e-mail
    • Segnala la storia
    Invia Invia ad un amico Condividi
    • Condividi via e-mail
    • Segnala la storia

    'Questo è!' Harry Potter, un ragazzo con gli occhi verde smeraldo, gli occhiali e i capelli neri e disordinati, scese le scale con i suoi bagagli. 'Vado a Hogwarts!' 'Sai, sono andato a Hogwarts quando ero solo un giovane. Dai di nuovo tutto, 'dice Hagrid. 'Hagrid, quando arriverà l'Hogwarts Express?' 'Molto presto, Harry. Molto presto, 'dice Hagrid, quasi sembrando eccitato, come se non avesse mai mostrato un bambino all'Hogwarts Express prima, anche se forse non lo aveva fatto. 'Sirius,' disse Harry, 'ti mancherò?' 'Mi mancherà sempre il mio piccolo cucciolo,' dice Sirius, leggermente tristemente ma arruffa ancora i suoi capelli. 'Ci vediamo in classe, cucciolo,' disse Remus e arruffò anche i capelli. 'Remus, cmon. Vai a prendere Emma e lascia andare ', dice Tonks con impazienza. 'Eccomi qui!' Grido e corro di sotto. Mi chiamo Emma Afton-Lupin. In origine sono la figlia di Nymphadora Tonks e William Afton, ma hanno divorziato dopo gli omicidi. Ora è sposata con Remus Lupin, il mio patrigno. 'Harry, sei eccitato?' Chiedo eccitato. 'Assolutamente!' urla felicemente. 'Aspetta un attimo, Emma', dice Tonks, 'Devi andare a casa di tuo padre per un po 'e dirgli addio.' 'Va bene!' Dico felicemente.

    bureaux Sky Media
    bureaux Sky Media

    L'auto entra nel vialetto di ghiaia della casa di mio padre. Alzo lo sguardo sulla casa; È enorme! È alto tre piani e ha diverse stanze e si estende lontano tra gli alberi dietro di esso, rendendolo un luogo abbastanza isolato. Esco e sbatto la portiera blu della macchina chiusa e cammino verso casa e sento urlare quando mia mamma suona il campanello. 'Taci, TUTTI!' Fisso la porta, poi il mio sguardo si interrompe quando decido di rivolgermi a mia madre. 'Papà sembra arrabbiato,' dico nervosamente. 'Se mai ti farà del male ... voglio dire, probabilmente non lo farà', inizia mia madre, 'dimmelo o Remus.' Annuisco lentamente e torno alla porta. Sto per bussare di nuovo quando si apre e sono afferrato dal mio braccio e tirato dentro, e la porta è sbattuta in faccia a mia madre. Deglutisco nervosamente ma riesco a forzare un sorriso e guardarlo, anche se evito i suoi occhi. 'Quindi, stai andando in una scuola magica? Chiamato Hogwarts o qualcosa di così stupido? chiede impazientemente e la sua rabbia sta perdendo molto chiaramente. 'Sì', dico, cercando di mantenere la calma. 'Mah. Belle. Quanto spesso vieni? chiede di nuovo. 'Ogni lunedì e mercoledì e ogni altro venerdì, sabato e domenica', dico. Grugnisce e si dirige verso la sua stanza, sbattendo violentemente la porta alle sue spalle. 'Buon Dio' mormora mio fratello Michael. Corro rapidamente nella mia stanza e raccolgo tutte le mie cose in un mucchio e mi addormento intorno a mezzanotte.