5sos Imagine and Preferences

9K 50 10 Writer: tumblr5sosimagines di tumblr5sosimagines
di tumblr5sosimagines Segui Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia
Invia Invia ad un amico Condividi
  • Condividi via e-mail
  • Segnala la storia

Sei stato ferito e umiliato. Tu e Ash avete avuto un appuntamento in un ristorante quando alcuni fan lo hanno notato. All'inizio stavi bene, facendoli parlare e scattare foto mentre finivi il tuo cibo in silenzio, ma le cose sono andate rapidamente in discesa.



Uno dei fan ha avuto una specie di rancore contro di te e ha continuato a insultarti, proprio di fronte ad Ash, commentando il tuo peso e dicendoti che avrebbe potuto fare molto meglio. Non pensavi che avrebbe urlato contro di lei o altro, ma ti aspettavi che almeno ti difendesse. Ma non lo fece. Rimase seduto lì e fissò goffamente, prima di riportare la sua attenzione sulle altre due. La ragazza sembrava così contenta di se stessa, e tu ti alzavi rapidamente prima di non poter fare a meno di combattere, Ashton scusava voi due e vi seguiva vergognosamente in macchina. Non gli avevi detto una parola per tutto il viaggio verso casa, mettendoti dentro le tue cuffie e fissi senza risposta fuori dal finestrino. La macchina entrò nel vialetto dei tuoi ragazzi, e tu eri fuori dalla macchina appena si fermò, sbattendo la porta dietro di te. Dirigendosi verso casa tua, hai cercato di non piangere. Ashton si trascinò dietro di te, pregandoti di aspettare, ma tu lo ignorasti.

Quando finalmente sei arrivato alla porta, hai tirato fuori la chiave di casa, lottando per ottenere le tue mani tremanti per sbloccarlo. Potresti dire che è proprio dietro di te e lo hai visto alzare la mano, esitando per un momento prima di prendere delicatamente la chiave da te. In pochi istanti la porta si aprì e tu lo oltrepassasti, scivolando via dalle tue scarpe. Un secondo dopo era dentro e non c'erano suoni. Scossi la testa, girandoti per andare nella camera dei tuoi ragazzi quando parla. 'Sì / a, piccola,' grida Ashton, 'Mi dispiace. Per favore, dì solo qualcosa. Ti giri sul tallone, fissandolo con occhi lacrimanti. 'Oh, vuoi che dica qualcosa?' Gridi, facendo del tuo meglio per sembrare arrabbiato, ma finisci per sembrare più distrutto che pazzo. 'È divertente, Ash. Volevo davvero che parlassi al ristorante, ma immagino che non otteniamo tutti ciò che vogliamo, vero? ”Ashtons si innamora mentre guarda verso le sue mani e riesce a malapena a balbettare una risposta. 'Mi dispiace, S / N. Lo sono davvero. Non riesco nemmeno a esprimere quanto mi sento in colpa. 'Ridi amaramente, incrociando le braccia sul petto e provando a guardare ovunque tranne lui. 'Spero che ti senta in colpa!' Abbai. 'Ti sei appena seduto lì mentre mi ha insultato. Intendo davvero quel poco per te? '' No! ' Alzò la voce, spalancando gli occhi. 'Non riesco a urlare contro i fan, S / N. Hanno fatto così tanto per me e i ragazzi. Ci hanno lasciato vivere il nostro sogno. Inoltre, avrei avuto così tanti problemi. L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è che le persone pensino che non ci importa dei nostri fan. 'Ruotando gli occhi, hai gemito. 'Oh, ma va bene per la gente pensare che non ti interessi di me?' 'Non è quello che volevo dire ...' 'Non volevo che tu le gridassi, Ash! Un semplice, non parlarle come se fosse tutto ciò che stavo cercando. »Il suo viso era contorto per il fastidio. 'Ascolta, ho detto che mi dispiaceva. Non sei l'unico che si odia, lo facciamo tutti. Non piacerai a tutti, S / N. ' 'Ma tu sei il mio ragazzo! Dovresti difenderti. Hai sentito cosa stava dicendo a ... »



Per l'amor del cazzo, S / N! ' Ruggì. 'Ne ho abbastanza di questa conversazione! Ovviamente non stai ascoltando nulla di ciò che sto dicendo, così ho fatto. Con ciò si precipitò su per le scale. Ti metti una mano in testa e sospirai, sussultando quando senti la porta della camera da letto sbattere. Passai rapidamente al frigo, annotando un biglietto per Ash quando finalmente si calmò, facendogli sapere che non sai più dove si trova la tua relazione, ma che tornerai più tardi per le tue cose.

Afferrando le chiavi dal bancone, sei saltato in macchina, arrivando al posto di Calums in circa mezz'ora. Quando sei arrivato, eri esitante a bussare, ma Cal ha risposto rapidamente. Aveva il telefono incollato all'orecchio e sembrava in conflitto. 'Non lo so, penso che lei ...' Alzò lo sguardo per vedere che eri tu e interruppe la conversazione. Indicò il telefono e capì che stava parlando con Ash. 'Ha tutto il diritto di essere arrabbiata con te. Voglio dire, come hai potuto non difenderla in quel modo? Si allontanò dalla porta e ti fece entrare, conducendoti al divano. Lo fissavi e lo guardavi mentre rimproverava il tuo ragazzo al telefono. Aveva tutte le ragioni per andarsene, Ash. Ovviamente quel fan aveva i ruoli invertiti. Semmai, non te la meriti ... Non mi interessa se sono duro. È anche una delle mie migliori amiche. Se non la difendi, io ... Okay. Ciao, Ash. Night.'Calum riattaccò, girandosi lentamente verso di te e sorrise tristemente. «Suppongo che rimarrai qui per la notte?» Annuì tristemente andando sul divano pronto a dormire per dimenticarti di lui per qualche ora. La mattina dopo ti sentivi molto più tranquillo. Hai ringraziato Calum per averti permesso di stare con lui e per averti difeso in quel modo, e sei tornato indietro per prendere le tue cose. Stavi solo per prendere le tue cose e andartene. Hai aperto la porta e sei rimasto scioccato. Gli oggetti erano sparsi per tutto il pavimento, le lastre in frantumi erano a terra ed eri abbastanza sicuro che fosse un'ammaccatura nel muro. Borbotti. Hai perquisito le stanze e lo hai ritrovato accasciato in cucina, stringendo il pugno al petto. Sembrava terribile; i suoi occhi erano gonfi e iniettati di sangue, i suoi capelli erano un disastro e c'era sangue sui suoi vestiti. 'Babe?' Mormori, avvicinandoti lentamente. La sua testa si alza e la sua bocca si spalancò per un secondo, cercando qualcosa per convincerti a rimanere, ma invece iniziò a singhiozzare. Eri al suo fianco in un momento, avvolgendo le braccia attorno al suo spalla mentre si scioglieva su di te, piangendo nel tuo collo. La sua mano si strinse strettamente intorno alla tua vita, tirandoti in grembo e la sua mano ferita si posò sulla parte posteriore del collo. Dovresti verificarlo più tardi, quando ha iniziato a calmarsi. 'Mi dispiace tanto.' Piagnucolò, la sua voce muta contro di te. 'Per favore, non lasciarmi. Ti amo, S / N. Per favore, per favore, per favore.' Gli hai passato tranquillamente le mani tra i capelli, ponendogli un bacio in cima alla testa. 'Shh, va tutto bene, Ash. Io resto. Va bene? Respiri profondi, cerca di calmarti. Non vado da nessuna parte. Ti amo anch'io.'


tristes cuentos para hacerte llorar